logo

Tag

#Parole

Musica è tempo – #RadioConcreta

di Norma Agostino Carissimi ascoltatori di Radio Concreta, mi dispiace quasi, lasciare questo luogo che mi è stato concesso per questa settimana. Un grazie a Segni Concreti, per avermi dato la possibilità di esprimermi con la musica. Personalmente penso che la musica, sia un “conduttore” di gioia, la musica ha la facoltà di farci sentire eterni, riporta alla memoria il battito del cuore, ci fa sentire viv
Read More

Musica e mente – #RadioConcreta

di Eleonora Mattesini  Ho sempre ascoltato musica: spesso e volentieri preferivo MTV ai cartoni animati ed in macchina la radio doveva essere sempre accesa, anche per i tratti più brevi. Ma solo a partire dalla mia adolescenza ho cominciato a conoscerla realmente. È stata una necessità per me. Mi sono ritrovata immersa dentro una bolla di ansia, di profonda insicurezza, di solitudine con il bisogno di urlare al mondo
Read More

Puertas abiertas – #ConcretaMente

Puertas abiertas Di Nadia Ayvar Iparraguirre*   Estos días de mi vida se llaman maratón. Estoy trabajando sin descanso, no paro, el tiempo que tengo para mí es el del transporte de regreso desde la oficina en la que hoy estoy hasta mi casa. Es ahí cuando reviso el whatsapp, cuando a las justas veo las últimas publicaciones de Facebook, o cuando acepto las etiquetas y post acumulados que mis amigas me hacen. He t
Read More

Distopia estiva – #RadioConcreta

di Sonia Garcia I tempi sono maturi per un esame di coscienza. Mi rivolgo al popolo della diaspora – qualsiasi – e a quello LGBTQI+, alle “minoranze” etniche, religiose, chiunque non sia conforme alla folta gamma di sistemi oppressivi su cui nostro malgrado si fonda questa società. Quanta genuinità c’è nel nostro performare ogni giorno – o quando possibile – la nostra identità? Il senso di app
Read More

Il bel Paese – #ConcretaMente

Il bel Paese Abdou M. Diouf*   Sono passati quasi sei mesi dalla mia laurea e dopo tutto continuo a cercare il bello di questo paese. Qualcosa che mi convinca a restare qua. Ancora. Mi ostino, mi ci arrabbio, m’incazzo e mi chiedo che ne sarà di me e della mia laurea, del tempo e dei soldi investiti nell’Università Italiana. Che ne sarà di tutto quello che mi ha dato questo paese e che piano piano mi sta
Read More

Natalis – #RadioConcreta

di Noël De La Vega Guardare in modo obiettivo il presente e affrontarlo ogni giorno con un sorriso stampato Noël     Domenica 12 Agosto Buona sera e alla prossima dj Noel #RadioConcreta #MamieSmith #CrazyBlues #SegniConcreti Buongiorno e buona domenica con #RadioConcreta e #TwentyOnePilots #segniconcreti Sabato 11 Agosto Buonasera carissimi! Ci risentiamo di nuovo vedo! Questo sabato lo finirete con uno dei
Read More

#InConcreto – Stefano Casi

Di Lorena Pedulli Oggi #InConcreto vi presenta Stefano Casi, autore poliedrico capace di produrre tante cose insieme. L’abbiamo conosciuto tramite la rubrica #profughi della sua pagina Facebook. Storie di uomini e donne che sono stati profughi, storie che ci ispirano e ci fanno credere nei nostri sogni: musica, letteratura, teatro, scienza, sport, etc. etc. Storie umane per chi umano vuol rimanere. Segni Concre
Read More

I love Syria – #RadioConcreta

di Modar Alali Quanti ricordi sono legati ad una canzone ascoltata per caso; oppure ad una frase di un film; una battuta sentita per la strada… Quanti collegamenti ci riportano, e quanto ci dicono!!! E allora: “Porgimi il flauto e tu canta perché il canto è il segreto dell’eternità” cosi dice Khalil Gibran; invece i greci dicono: Tu dammi il pane che io ti do l’Arte Ho scelto i miei cont
Read More

Il bel Paese – #RadioConcreta

Abdou Diouf Il bel Paese Sono passati quasi sei mesi dalla mia laurea e dopo tutto continuo a cercare il bello di questo paese. Qualcosa che mi convince a restare qua. Ancora. Mi ostino, mi ci arrabbio, m’incazzo e mi chiedo che ne sarà di me e della mia laurea, del tempo e dei soldi investiti nell’Università Italiana. Che ne sarà di tutto quello che mi ha dato questo paese e che piano piano mi sta toglie
Read More

El racismo y yo – #ConcretaMente

El racismo y yo Di Nadia Ayvar Iparraguirre*   El primer recuerdo que tengo de aprender que lo negro no era bueno fue cuando de pequeña una niña de mi colegio me dijo ‘negra’, yo tendría entre 5 o 6 años y para entonces aún no éramos amigas, por el contrario, estábamos en medio de una rivalidad. Por aquella misma época mi tía le decía a mi madre ‘negra’ y se sentía bien, se sentía el cariño de mi tía; pero por a
Read More