logo

Sono Serena – #RadioConcreta

Di Serena Marinelli

 

Mi chiamo Serena e ogni giorno incontro persone che smontano e ricostruiscono il mio piccolo universo interiore.

Ogni giorno Michele mi ricorda che un uomo è molto più della sua diagnosi.

Ogni giorno Alessia mi spiega che è fondamentale guardarsi negli occhi.

Ogni giorno Lorenzo fruga nella mia memoria cercando una storia.

Ogni giorno Diego mi rammenta che è bellissimo essere un bambino.

Mi chiamo Serena e loro sono la mia narrazione.  

 

Serena
  

Domenica 13 Maggio

Ultimo giorno. È stato un viaggio straordinario. I cieli azzurrissimi, l’orizzonte diritto e limpido, il profumo speziato e acre dei vicoli, le notti impreziosite di stelle. Verità non prestarmi troppa attenzione. Nulla è tanto sterminato quanto la fantasia. #Buongiorno #Goodmorning #Buenosdias #Radioconcreta

 
Chiedo scusa al caso se lo chiamo necessità.
Chiedo scusa alla necessità se tuttavia mi sbaglio.
Non si arrabbi la felicità se la prendo per mia.
Mi perdonino i morti se ardono appena nella mia memoria.
Chiedo scusa al tempo per tutto il mondo che mi sfugge a ogni istante.
Chiedo scusa al vecchio amore se do la precedenza al nuovo.
Perdonatemi, guerre lontane, se porto fiori a casa.
Perdonatemi, ferite aperte, se mi pungo un dito.
Chiedo scusa a chi grida dagli abissi per il disco col minuetto.
Chiedo scusa alla gente nelle stazioni se dormo alle cinque del mattino.
Perdonami, speranza braccata, se a volte rido.
Perdonatemi, deserti, se non corro con un cucchiaio d’acqua.
E tu, falcone, da anni lo stesso, nella stessa gabbia, immobile, con lo sguardo fisso sempre nello stesso punto, assolvimi, anche se tu fossi un uccello impagliato.
Chiedo scusa all’albero abbattuto per le quattro gambe del tavolo.
Chiedo scusa alle grandi domande per le piccole risposte.
Verità, non prestarmi troppa attenzione.
Serietà, sii magnanima con me.
Sopporta, mistero dell’esistenza, se tiro via fili dal tuo strascico.
Non accusarmi, anima, se ti possiedo di rado.
Chiedo scusa al tutto se non posso essere ovunque.
Chiedo scusa a tutti se non so essere ognuno e ognuna.
So che finché vivo niente mi giustifica, perché io stessa mi sono d’ostacolo.
Non avermene, lingua, se prendo in prestito parole patetiche, e poi fatico per farle sembrare leggere.
 
 
 
 

 
 
 

Sabato 12 Maggio

Sesto giorno #Buongiorno #Goodmorning #Buenosdias #Radioconcreta Ascoltatori concreti, lui è #IvanoFossati Cantautore, compositore, poeta. C’è un #Tempo perfetto per fare silenzio. C’è un #Tempo sognato che bisognava sognare.

Dicono che c’è un tempo per seminare
E uno che hai voglia ad aspettare
Un tempo sognato che viene di notte
E un altro di giorno teso
Come un lino a sventolare
C’è un tempo negato e uno segreto
Un tempo distante che è roba degli altri
Un momento che era meglio partire
E quella volta che noi due era meglio parlarci
C’è un tempo perfetto per fare silenzio
Guardare il passaggio del sole d’estate
E saper raccontare ai nostri bambini quando
È l’ora muta delle fate
C’è un giorno che ci siamo perduti
Come smarrire un anello in un prato
E c’era tutto un programma futuro
Che non abbiamo avverato
È tempo che sfugge, niente paura
Che prima o poi ci riprende
Perché c’è tempo, c’è tempo c’è tempo, c’è tempo
Per questo mare infinito di gente Dio, è proprio tanto che piove
E da un anno non torno
Da mezz’ora sono qui arruffato
Dentro una sala d’aspetto
Di un tram che non viene
Non essere gelosa di me
Della mia vita
Non essere gelosa di me
Non essere mai gelosa di me
C’è un tempo d’aspetto come dicevo
Qualcosa di buono che verrà
Un attimo fotografato, dipinto, segnato
E quello dopo perduto via
Senza nemmeno voler sapere come sarebbe stata
La sua fotografia
C’è un tempo bellissimo, tutto sudato
Una stagione ribelle
L’istante in cui scocca l’unica freccia
Che arriva alla volta celeste
E trafigge le stelle
È un giorno che tutta la gente
Si tende la mano
È il medesimo istante per tutti
Che sarà benedetto, io credo
Da molto lontano
È il tempo che è finalmente
O quando ci si capisce
Un tempo in cui mi vedrai
Accanto a te nuovamente
Mano alla mano
Che buffi saremo
Se non ci avranno nemmeno
Avvisato
Dicono che c’è un tempo per seminare
E uno più lungo per aspettare
Io dico che c’era un tempo sognato
Che bisognava sognare
 
 
Lui è #TomWaits, canta #DowntownTrains
 
 
 

 
 
 

Venerdì 11 Maggio

  Quinto giorno #Buongiorno #Goodmorning #Buenosdias #Radioconcreta Ascoltatori concreti, lui è #GuidoCatalano ed ha il dono di farmi ridere e di farmi dimenticare la mia estrema imbarazzante odiosa mortalità #fugraziealeichecapii

“non riesco a non guardarti le labbra”
dicevo
“probabilmente desideri baciarmi”
diceva
poi tacevo
taceva

aveva occhi nerissimi
fu grazie a lei che capii
che il nerissimo
può competere con
e addirittura di molto battere
l’azzurrissimo
il bluissimo
e, sì
pure il meravigliosissimo verdissimo

non dirò il suo nome
men che meno il suo cognome
il suo codice fiscale
o la sua città natale
– anche perché è ancora viva
e potrebbe riconoscersi
poi si monta la testa –
ma dirò che
ripeteva spesso la frase:
“non siam mica qui a pettinar le bambole”
e quasi sempre
fuori contesto

aveva
il dono
di farmi ridere
e
il dono
di farmi dimenticare
la mia estrema
imbarazzante
odiosa
mortalità
che son due doni
a ben vedere
che valgono
all’incirca
come tutto
l’oro
del mondo

“perché scrivi di me al passato?”
mi chiedeva
“per dare alla poesia un’aura di malinconia che spacca”
rispondevo
“ma io sono qui
diceva

“e per fortuna sì”

 
Loro sono i #PearlJam, questa è #Smile
 
 
 

 
 
 

Giovedì 10 Maggio

Quarto giorno #Buongiorno #Goodmorning #Buenosdias #Radioconcreta Ascoltatori concreti, lui è #ErriDeLuca Considero valore ogni suo pensiero.

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle. Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano. Considero valore quello che domani non varrà più niente, e quello che oggi vale ancora poco. Considero valore tutte le ferite. Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordarsi di che. Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato. Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia. Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore. Molti di questi valori non ho conosciuto.
 
Lui è #BrunoriSas Considero valore la sua #Verità
 
 
 

 
 
 

Mercoledì 09 Maggio

Terzo giorno. #Buongiorno #Goodmorning #Buenosdias #Radioconcreta Ascoltatori concreti, lui è #WilliamButlerYeats e non ha bisogno di presentazioni. #eglidesiderailtessutodelcielo #ilventotralecanne
Se avessi il drappo ricamato del cielo,
intessuto dell’oro e dell’argento e della luce,
i drappi dai colori chiari e scuri
del giorno e della notte
dai mezzi colori dell’alba e del tramonto,
stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi:
invece, essendo povero, ho soltanto sogni
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera perché
cammini sopra i miei sogni.

 

Loro sono i #radiohead con #creep, che sono sicura William avrebbe amato.
 
 
 

 
 
 

Martedì 08 Maggio

Secondo giorno. Ascoltatori concreti, lui è #FrancoArminio Il suo libro è #Cedilastradaaglialberi Io la cedo a voi. #Buongiorno #Goodmorning #Buenosdias #Radioconcreta

La prima volta non fu quando ci spogliammo
ma qualche giorno prima,
mentre parlavi sotto un albero.
Sentivo zone lontane del mio corpo
che tornavano a casa.
 
 
 Loro sono i #Gunsnroses #Knockingtheheavensdoor
 
 
 

 
 
 

Lunedì 07 Maggio

Buongiorno amici di #RadioConcreta Da oggi fino a domenica ci faremo compagnia nel modo migliore che conosca. Oggi è il mio compleanno. Lei è #WislawaSzymborska

La vita è il solo modo
per coprirsi di foglie,
prendere fiato sulla sabbia,
sollevarsi sulle ali;
essere un cane,
o carezzarlo sul suo pelo caldo;
distinguere il dolore
da tutto ciò che dolore non è;
stare dentro gli eventi,
dileguarsi nelle vedute,
cercare il più piccolo errore.

Un’occasione eccezionale
per ricordare per un attimo
di che si è parlato
a luce spenta;
e almeno per una volta
inciampare in una pietra,
bagnarsi in qualche pioggia,
perdere le chiavi tra l’erba;
e seguire con gli occhi una scintilla di vento;
e persistere nel non sapere
qualcosa d’importante.

 
Lui è #SidVicious #MyWay #RadioConcreta #Buongiorno #BuenosDias #GoodMorning
 
 
 

 
 
 

SERENA MARINELLI – #RadioConcreta – www.segniconcreti.org

 

 

Vai su ↑