logo

Parole Concrete – #RadioConcreta

di Agnese Pucci

Radio concreta per me è stata un’occasione per raccontare a tantissime persone quali parole accompagnano la mia vita.
Devo ringraziare davvero Segni Concreti per avermi dato questa possibilità perché con questa routine di post ho potuto liberare la mia creatività e indole nascosta di raccontarmi.

La musica e l’arte in generale per me sono fonte primaria di energia, mi accompagnano da sempre e in tutti i momenti della vita.
Spesso sono lo strumento con il quale riesco a far chiarezza sulle mie emozioni e su quelle verso gli altri.
Ho cercato di far capire quali parole accompagnano le mie giornata e la mia vita: Energia; Libertà; Servizio; Lotta; Amore; Fede; Sogno.
Ognuna di queste è scolpita nella mia anima in maniera rovente.

Spero di avervi regalato una piccola gioia, un momento di riflessione, un bel film da vedere e spero soprattutto di essere riuscita a farmi conoscere.
Non vedo l’ora di poter riavere questa occasione così ghiotta di Radio Concreta per poter condividere con voi musica, film e pensieri.
Grazie e come ultimo avviso: Agiamo sempre concretamente!

Ciao ciao da Dj Agnet.

 
 

Domenica 2 Dicembre

#SOGNI

Non so perché …
ma ogni volta che parlavo o che parlo dei miei sogni li sento sempre più vicini, sempre più vividi, sempre più concreti.
Parlare di ciò che sogniamo è un passo fondamentale per prendere in mano la propria vita e raggiungerli.

#SegniConcreti dal 2013 promuove questa iniziativa in cui le persone parlano con emozione dei loro sogni, nudi e crudi davanti alla telecamera parlano di ciò che più amano e vogliono raggiungere.Qui vi metto il link per raggiungere la pagina di #SogniConcreti, troverete tutti i video dei sogni condivisi.
Guardateli, magari vi daranno il coraggio per parlare dei vostri sogni e di raggiungerli.A voi #SogniConcreti#SogniConcreti #RadioConcreta
#ParliamoDiSogni #DiamociCoraggio #DjAgnet

 
 

#SegniConcreti #SognoConcreto #DjAgnet  http://www.segniconcreti.org/sogniconcreti
 

 

#SOGNO

Sognare è avere la speranza di cambiare la nostra vita, di realizzare i nostri progetti, di migliorare il mondo che ci circonda. Sognare è non arrendersi nonostante tutto intorno a noi sia diventato grigio e logoro, triste e spento.
È quello che farà la protagonista del libro che vi propongo adesso: Filadelfia, ragazza di 16 anni, dovrà sperare e agire con tutte le sue forze per realizzare i suoi sogni.
Sognando più forte della paura.

A voi il nuovo libro di #SaverioTommasi e cioè #SogniamoPiùForteDellaPaura

Ps. Qui sotto trovate il link di un video di presentazione fatto da Saverio.

#SOGNO
Il sogno può nascere dalle storie che leggiamo, dai racconti dei nostri genitori, dai film che guardiamo e soprattutto dalle canzoni che ascoltiamo. Questo libro e poi film animato è stato molto importante per me, mi ha fatto amare tutte le storie di pirati e ciò che il pirata rappresenteva all’epoca. La libertà di ribellarsi a delle regole strette e autoritarie e in più mi ha instillato il sogno del viaggio.A voi un pezzo del film #IlPianetadelTesoro della #Disney Ps. Se non l’avete mai letto prendetevi del tempo per gustarvi #LIsolaDelTesoro#IlPianetadelTesoro #Disney #RadioConcreta #MaiSmetterediSognare #SegniConcreti #SognoConcreto #DjAgnet

 
 

#Buongiorno a tutti e a tutte!Oggi è l’ultima giornata che passeremo insieme, e come ultima parola vi propongo un progetto, una speranza e soprattutto una parola che spero accompagni e dia i segni del percorso della vostra vita.La parola di oggi è #SOGNO

Il sogno nasce con noi e ci accompagna fin da piccoli nella nostra vita. Lo troviamo nella notte, in maniera inconsapevole e violenta delle volte, e di giorno come consapevole bisogno da soddisfare nel tempo. Un mio grande sogno da piccola e adolescente è stato quello di andare in Irlanda, la verde terra delle leggende, un po’ grazi all’amore che mio padre mi ha trasmesso e un po’ per l’interesse che ho portato avanti io. Vi propongo questa canzone bellissima dei #ModenaCityRemblers che parla proprio dell’amore per questa terra. A voi #InUnGiornoDiPoggia

 
 

Sabato 1 Dicembre

 
 
#FEDE “Se non vedo non credo” È vero questo detto? Secondo me molto soprattutto quando la fede non è salda, quando il concreto ci aiuta notevolmente a fare quel passo in più verso l’invisibile agli occhi. Questo album che vi propongo è uno dei dischi musicali a cui sono più affezionata. Nella sua criticità mi ha aiutato a trovare la mia fede. Tralasciando che si tratta di una fede cristiana, questo disco è ricco di spiritualità e di umanità allo stesso tempo.

 
 
Vi propongo #LaBuonaNovella di #FrabrizioDèAndrè In sequenza vi consiglio di ascoltarvi #LInfanziadiMaria#IlRitornodiGiuseppe#IlSognoDiMaria Non riesco a non piangere ascoltando questi pezzi. Il divino che si tinge di umano o forse, l’umano che si tinge di divino? “L’angelo scese come ogni sera Ad insegnarmi una nuova preghiera Poi d’improvviso mi sciolse le mani E le mie braccia divennero ali Quando mi chiese conosci l’estate Io per un giorno per un momento Corsi a vedere i colori del vento.” A voi la libera scelta. Vi lascio il link della canzone più conosciuta del disco. A voi #IlTestamentodiTito #LaBuonaNovella #FrabrizioDèAndrè #RadioConcreta #BuonaNotte #DivinoUmano #UmanoDivino #SegniConcreti #FedeConcreta #DomandeConcrete #DjAgnet

 
 

 
 #FEDE Vi propongo un film del 2014 scritto, diretto e prodotto da #MikeCahill, riporta la storia di Ian Gray, biologo molecolare che studia l’evoluzione dell’occhio e di come l’incontro con gli occhi di Sofi cambierà per sempre la sua vita. La sua fede incrollabile per la scienza verrà messa in discussione ed altre forme di fede si paleseranno alla sua porta. Film profondo e molto bello, consiglio di guardarlo per mettersi in discussione o per veder riconfermare le proprie verità.

 
 
A voi #IOrigins “Sofi: Sai… nella mitologia indiana il pavone bianco è il simbolo di tutte le anime disperse nel mondo. Ian: Non potrebbe essere il simbolo di una carenza di melanina o di pigmentazione delle cellule?” #IOrigins #MikeCahill #RadioConcreta #CheCosaFarestiSeLaTuaFedeVacillasse ? #SegniConcreti #FedeConcreta #DomandeConcrete #DjAgnet

 
 

 
 

#Buongiorno lettori e lettrici di #RadioConcreta. Stiamo giungendo alla fine del nostro percorso insieme, ed ammetto che un po’ mi dispiace, ma… non diamo spazio a lacrimevoli comportamenti! Per finire con il botto ho deciso di trattare due parole molto forti e cariche di un peso importante.

La parola che di oggi è #FEDE Azz… appena l’avrete letto vi sarà partito il pallino: << “Oh no la fede cattolica no te prego…”>> Ed infatti tranquilli ora vi spiego cosa intendo per questa parola. La fede è ciò in cui noi crediamo a prescindere da tutto, sia che ci siano prove concrete o meno. La fede ci può essere: per Dio; per Allah; per YHWM; per Shiva-Vishnu-Shakti; per Buddha; per la Madre Terra; per la Scienza; per le persone che amiamo; per noi stessi; per l’Energia; per la Libertà; per il Servizio; per la Lotta; per l’Amore; per tutti i valori in cui crediamo. La #FEDE è Speranza. Con la musica cercherò di farvi capire cosa è per me la #FEDE. Per trovarla bisogna rimanere al buio, bisogna perdersi per poi vedere una luce e decidere se prenderla o meno. A voi #CosmicLove di #FlorenceEndTheMachine. Lasciatevi pervadere da questa suprema cantante, nonché profonda donna spirituale. “A falling star fell from your heart and landed in my eyes I screamed aloud, as it tore through them, and now it’s left me blind” #CosmicLove #FlorenceEndTheMachine #RadioConcreta #BuonGiorno #BuenosDias#GoodMorning#SegniConcreti#FedeConcreta#DjAgnet

 
 

 
 

#AMORE L’amore è una scintilla che si accende dopo uno sguardo, che si intravede dietro la nebbia, che si innesca dopo un pianto, che perdura e brucia in eterno. L’amore pervade tutte le cose, da quelle piccole alle grandi, da quelle reali a quelle invisibili, e ci guida nell’arco della nostra vita.

Lo cerchiamo, si fa trovare per poi lasciarci e farci capire che dietro l’angolo sarà pronto per farsi trovare di nuovo. Io credo nell’amore. Quello vero che ti spinge a rinunciare a tutto per esso, ma credo anche in quell’amore che ti frena e che ti fa riflettere sul fatto che forse per amare non c’è bisogno di rinunciare a tutto, no? Basta capirsi e accettarsi per ciò che si è, ed accettare e capire l’altro per ciò che l’altro è. Credo nell’amore eterno e nel fatto che veramente una persona può essere l’unica nella tua vita, ma credo anche che esistano più anime gemelle sparse nel mondo, ognuna delle quali può essere la tua unica e sola. Diventerà “l’unica” quando decideremo ogni giorno di scegliere LEI al posto di tutte le altre. Questi film animato giapponese che vi propongo (e solo i più impavidi guarderanno ) esprime a pieno questo concetto, ovviamente molto più romanzato di come l’ho scritto io, ma di base simile. Film del 2016, scritto e diretto da #MakotoShinkai, ecco a voi #YourName “Avrei tanto voluto dirtelo… Ovunque tu sia nel mondo… Io riuscirò sicuramente a ritrovarti … Il tuo nome è Mitsuha…” P.S per i più audaci qui trovate anche il link di una delle canzoni più belle del film: https://youtu.be/TiARky-Xo_Y #YourName #MakotoShinkai #RadioConcreta#ProfondaNotte#BuonaNotte#SegniConcreti#AmoreConcreto#DjAgnet

 
 

 
 

#AMARE Amare comporta dei rischi. C’è una linea che separa l’amore dal possesso, dalla gelosia, dalla sottomissione, dalla paura, dalla comodità, dall’abitudine e purtroppo anche dalla violenza. Quanto spesso chiediamo di essere amati prima di amare? Quanto spesso amiamo solo per essere ricambiati? E quanto ancora amiamo solo perché altrimenti saremmo soli con noi stessi, la cosa ci fa parecchio paura?

 
 
Quando accade ciò si creano catene che ci imprigionano in relazioni vuote e pericolose ed eventi tristi e non raccontabili. Una canzone che sviscera una relazione non basata sull’amare ma sul possedere. A voi #ColpoDiPistola di #BrunoriSas “Perché lei non mi amasse non lo so, io che le avevo dato tutto quel che ho. Ma forse quel che ho non è abbastanza, forse cercava il cielo in questa stanza.” #ColpoDiPistola #BrunoriSas #RadioConcreta#AmoreNonPossesso#AmoreNonViolenza#SegniConcreti#AmoreConcreto#DjAgnet

 
 

 
 

#AMORE

 
 

Amare una persona sconosciuta, che piano piano entra nella tua vita, con una battuta, un sorriso, un pianto o un consiglio. Si crea una specie di metamorfosi fatta di segreti e di aiuti vicendevoli, da bruco questa persona ai tuoi occhi diventa farfalla.
Si trasforma da sconosciuta in un amicizia.
Amare un amico è fidarsi di ciò che è e ciò che fa.
Oggi fidarsi e amare è troppo difficile e sempre più spesso si assiste a relazioni superficiali che al primo soffio di vento volano via.
Ma se non ci fidiamo e non amiamo che senso ha la vita?

A voi #UnBeneDellAnima di #Jovanotti

“La filosofia non me l’ha ancora detto
Come mai un casino
Sembra un posto perfetto
Come mai un difetto
Rende bello un viso
Come niente più del caos
Può essere preciso”

 
 

https://youtu.be/E3Blk8wHFmE

 
 

 
 

#AMORE

 
 

Amando se stessi riusciamo a trasmettere questo amore verso gli altri. Come se un enorme energia uscisse da noi per travolgere chi ci sta accanto, con l’unica motivazione possibile: renderlo felici. Tante cose, persone si possono amare.
Sicuramente la nostra famiglia è il primo luogo in cui sperimentiamo l’amore.
Per famiglia intendo tutte quelle persone che si prendono cura di te, che siano di sangue o meno, che siano dello stesso sesso o meno, chiunque ti ami a prescindere da tutto.

Vi propongo il film animato di #Coco, prodotto dalla #Pixar, ed uscito nelle sale anno scorso e vincitore di due premi Oscar per miglior film d’animazione e come miglior canzone #Ricordami.
Il film parla di Miguel, bambino messicano, che sogna di diventare il miglior cantante del Messico ma la sua famiglia non la pensa allo stesso modo. Tramite un viaggio nel mondo dell’aldilà Miguel capirà l’importanza del credere nei propri sogni e nell’amare la propria famiglia.
Un film animato che è molto più di questo è letteralmente: un’opera d’arte.
Se avete voglia di piangere e capire parecchie cose su di voi e la vostra vita guardatevi questa meraviglia du cartone.
Ps: la Pixar è sempre la Pixar

A voi #Coco

“Ricordami, non dimenticarlo mai, pensa a me.
Ovunque tu sarai,
lo sai che devi fare se non sono insieme a te,
ascolta la canzone e tu sarai vicino a me.”

 
 

#Coco #Pixar #RadioConcreta#AvremoUnLegameCheViVePerSempreInOgniParteDelMioCorazon
#SegniConcreti#AmoreConcreto#DjAgnet

 
 

#AMORE

 
 
Amare se stessi per amare gli altri ~ Amare gli altri per amare se stessi.
Canzone profondamente formativa per la mia crescita.
P!NK regala molte emozioni e il video è da guardare, perché molte di noi ci si ritroveranno dentro

 
 

#PINK#FUKINGPERFECT#RadioConcreta
#AmarsiperAmare#AmareperAmarsi
#SegniConcreti#AmoreConcreto#DjAgnet

 
 

 
 

#AMORE
 
 

Non esiste solo l’amore romantico, quello delle cartoline e dei film, esistono varie e uniche tipologie d’amore.
Il più complicato, a mio parere, ed anche quel tipo di amore da cui poi scaturisce tutto é l’#AMORE per SE STESSI.
Amarsi ed accettarsi per quello che si è o per quello che si è vissuto comporta davvero una prova di coraggio.
Per alcuni più semplice per altri una difficoltà neanche immaginabile.
Ma è da qui che parte tutto perché amando se stessi si riesce a dare il massimo e ad amari gli altri.
O almeno così si dice, ma per me un po’ di verità c’è in queste parole.

Film drammatico diretto da #GusVanSant e scritto da #JasonLew, uscito nel 2011 nelle sale cinematografiche statunitensi, approdato in Italia solo in pochissimi cinema (buoni direi!!!), vede come attori protagonisti #MiaWasikowska e #HenryHopper.
La storia parla della relazione tra Enoch, orfano dei genitori e particolarmente problematico, e Annabel ragazza solare e amante della vita ma legata ad un tragico destino.
I due impareranno ad amarsi a vicenda ma soprattutto si aiuteranno ad amarsiper quello che realmente sono.
Se avete visto il film “Tutta colpa delle stelle” e avete pensato fosse un capolavoro, bhè… guardando questo film vi ricrederete.

A voi il mio film preferito: #Restless o in italiano #LAmoreCheResta

” E poi c’è questo uccello canoro che pensa di morire ogni volta che cala il sole.
E la mattina quando si sveglia è così sconvolto di essere vivo che si mette a cantare la sua melodiosa canzone.
Io canto ogni mattina da quando ti conosco…”

 
 

#Restless #GusVanSant #RadioConcreta
#AmarsiperAmare#AmareperAmarsi
#SegniConcreti#AmoreConcreto#DjAgnet
 
 

 
 

#Buongiornissimo a tutti e a tutte!

 
 

Oggi vi propongo una parola usata da tutti e da tutte.
Una parola che ha così tante sfaccettature che è difficile elencarle.
Una parola che troverete sicuramente nella vostra vita anche se la volete evitare o peggio se vi è stata strappata dalla mani, state certi che in un modo o nell’altro tornerà a bussare alla vostra porta.

La parola di oggi è #AMORE

Questa canzone è emblematica e quindi giusta per iniziare questo percorso insieme. Scritta e composta nel 2006, facente parte dell’album #LArcangelo (che vi consiglio ), è del cantautore italiano #IvanoFossati.

A voi #LAmoreFa

“L’amore fa l’acqua buona
fa passare la malinconia
crescere i capelli l’amore fa…”

 
 

#LAmoreFa #IvanoFossati #RadioConcreta
#BuonGiorno#BuenosDias#GoodMorning
#SegniConcreti#AmoreConcreto#DjAgnet

 
 


 

#LOTTA

Lottare è scomodo.
Lottare è difficile.
Lottare è sconveniente.

La cosa che davvero mi spaventa è che oggi più di ieri c’è bisogno di lottare, per ciò in cui si crede, per i valori che ci rappresentano, per gli altri, per le persone che non hanno voce per gridare né forza per ribellarsi.
Eppure proprio oggi, guardandomi in giro, vedo sempre più moralisti e troppe poche persone che mettono la loro vita in gioco per gli altri.

Che si sporcano le mani.
Che si mettono a servizio degli altri.
Che lottano perché il mondo in cui vivono sia accogliente per tutti.

Questa canzone, popolare per tutta la primavera di due anni fa, quasi a dire “di moda” tra i giovani, ha risuonato nella mia anima come monito dicendomi: <<SVEGLIA AGNESE! FAI QUALCOSA MALEDIZIONE!>>
E così mi svegliai.

“Non me ne frega niente
Se mentre rimango indifferente il mondo crolla
E non mi prende
Non me frega niente
Se mentre la gente grida aiuto io prego non capiti a me
Non me ne frega niente, di niente”

A voi #NonMeNeFregaNiente di #Levante

 
 

#NonMeNeFregaNiente #Levante #RadioConcreta
#Svegliamoci#Lottiamo#Serviamo
#SegniConcreta#LottaConcreta#DjAgnet

 
 

 
 

#LOTTA

 
 

Si lotta tramite l’arte.
Porto alla vostra attenzione il coraggio di denuncia di una regista attivista indiana.
#DeepaMehta è nata del 1950 in Amritsar, Punjab, India.
La sua passione per il cinema gli viene trasmessa dal padre e successivamente sviluppata da lei stessa tramite il lavoro per alcuni documentari educativi sul territorio indiano.
Conosciuto il futuro marito e emigrata in Canada, Mehta inizia a elaborare la trilogia di film che la renderà famosa e la porterà a denunciare pubblicamente il suo paese natio: l’India.
I film sono racchiusi nel nome di #ElementsTrilogy: #Fire (1996); #Earth (1998); #Water (2005).
Tutti e tre i film trattano di storie di denuncia nei confronti di alcuni dogmi morali e sociali indiani.

Il film che vi propongo oggi è #Water.
Mehta denuncia la tradizione popolare indiana di dare in sposa bambine tra gli 8 e i 10 anni ad uomini molto più grandi di loro, 30/40 anni. Spesso le bambine rimanevano vedove dei mariti quando ancora erano molto piccole e questo le rendeva delle #vedove.
La vedova indiana era colei che aveva ucciso il marito, di fatto le bambine o donne che divenivano vedove dovevano passare il resto della loro vita a espiare i propri peccati all’interno degli #ashram (case delle vedove).

Un film commovente e drammatico che mostra la cruda verità nei confronti delle vedove bambine, pratica adesso quasi scomparsa ma che ancora in alcuni paesini dell’India rimane una realtà reale.
La regista è stata più volte offesa e più volte le hanno impedito di girare scene dei suoi film, perché ritenuti non veri e offensivi nei confronti della cultura hindu.

A voi #Water

 
 

#DeppaMehta #Water #RadioConcreta
#SegniConcreti#LottaConreta#DjAgnet

 
 

 
 

#LOTTA

 
 

Lottare con gli altri è meglio che lottare da soli.
Questo credo che sia appurato, perché più voci risuonano più forte nella notte, rimbombano con più energia nella mente. Non sempre però siamo così fortunati di lottare subito con altri, a volte dobbiamo aspettare del tempo e dobbiamo convincere gli altri a lottare insieme a noi.

Altre volte invece si inizia lottando da soli e si finisce lottando da soli.

E’ quello che è successo a Giuseppe Impastato, detto anche Peppino, giovane giornalista e attivista italiano. Tramite il suo piccolo canale radio trasmetteva ogni sera i misfatti compiuti dalla mafia nel suo paesino.
L’unico a denunciare nel suo paese, abbandonato dalla famiglia e dagli amici, lui continuò a fare ciò che sapeva fare meglio: dire la verità.
Fino alla notte del 9 Maggio del 1978 quando venne ucciso dalla mafia per ciò che aveva fatto.

“Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda!!
Io voglio gridare!!!”

A voi la canzone dei #ModenaCityRamblers, #ICentoPassi

#ModenaCityRamblers #ICentoPassi #RadioConcreta
#BuonPranzo e #BuonPomeriggio
#SegniConcreti#LottaConcreta#DjAgnet

 
 

 
 

#LOTTA

 
 

Un altro significato della parola #LOTTA è testimoniare.
Tramite la nostra testimonianza, che può avvenire tramite foto, video ma anche e soprattutto tramite le nostre azioni quotidiane, possiamo lottare per le nostre idee e per i nostri valori.

Questo film che vi propongo è una lotta e testimonianza di come insieme e nel nostro piccolo possiamo cambiare le cose.

I registi #CyrilDion e #MèlanieLaurent hanno girato il mondo in cerca di soluzioni efficaci per dimostrare che un domani ambientale migliore esiste.

Ecco a voi #Domani

 
 
#Domani #CyrilDion e #MèlanieLaurent #RadioConcreta
#SegniConcreti#LottaConcreta#DjAgnet

 
 

 
 
#Buongiorno a tutti e a tutte ascoltatori e ascoltatrici di #RadioConcreta!

 
 

Inizia una nuova e mirabolante giornata e quest’oggi vi accompagnerà una parola che ribolle di potenza.
Una parola che ha i suoi lati sia positivi che negativi.
Una parola che nei secoli si è sentita sempre nominare e che proprio in questi giorni di cambiamenti politici sento sempre più forte dentro alle mie membra.

La parola di oggi è #LOTTA

Lottare.
Se guardiamo i sinonimi di questa parola troviamo: combattare; scontrarsi; guerreggiare; duellare; competere; confrontarsi; sfidarsi; contendere; opporsi; resistere; litigare; rissare; azzuffarsi; accapigliarsi.
Poche di queste parole rappresentano il mio significato di lottare.
Iniziamo con il primo: Lottare significa Resistere.

“You can take my body
You can take my bones
You can take my blood
But not my soul”

Stamani vi propongo una canzone di #LOTTA contro la violenza sulle donne.
La cantante #RhiannonGiddens è un’attivista per i diritti delle donne, delle persone di colore, delle persone LGBT, e di tutti coloro che sono sopraffatti dall’ingiustizia e dalla violenza. L’album, e la canzone in sé, #FreedomHighway ha un’anima blues di vecchi tempi, quasi a voler far riaffiorare le canzoni cantate dgli schiavi nelle piantagioni di cotone.
Ogni parola del testo di questa canzone trasmetta la forza interiore della lotta che ognuno di noi porta avanti nella sua vita. Lasciatevi inebriare e dare forza da questa bellissima canzone.

A voi #AtThePurchasersOption

 
 
#RhiannonGiddes #AtThePurchasersOption #RadioConcreta
#BuonGiorno #BuenosDias#GoodMorning
#SegniConcreti#LottaConcreta#DjAgnet

 
 

 
 

Mercoledì 28 Novembre

 
 

#SERVIZIO

Servire è andare in posti sconosciuti, a volte lontani ed altre volte semplicemente scomodi.
Per servire bisogna uscire necessariamente dalla nostra zona di comfort.
Servire è guardare fuori e aldilà di noi, e vedere cosa c’è intorno a noi, di cosa ha bisogno il luogo, le persone o le cose che ci circondano.
Quando abbiamo capito chi o cosa servire dobbiamo invece guardarci dentro, scavare e vedere cosa noi possiamo offrire, o meglio ancora cosa possiamo #regalare.
Perché ricordiamoci che quando si fa servizio non si chiede nulla in cambio lo si fa solo perché c’è bisogno di servire e quindi regaliamo la nostra persona all’altro.
Servire vuol dire #SporcarsiLeMani, toccare con mano il problema e mettere anima e corpo nel risolverlo, non solo quindi pensare di servire ma attuare un #ServizioConcreto e reale che si traduce in #AzioniConcrete.

Servire, è quindi: VIAGGIARE A BRACCIA APERTE E COMPLETAMENTE NUDI VERSO L’ALTRO.

Vi propongo (ad un orario un po’ tardo scusate!!!) un film di #DanieleLucchetti con attori protagonisti #MarcoGiallini, #ElioGermano e #EleonoraDanco.
Numa Tempesta è un ricco uomo d’affari, condannato per evasione fiscale, si trova a dover scontare la sua pena in un centro sociale. Qui vedrà veramente la condizione di persone che non vivono nell’agio e dovrà mettersi sotto per creare un conttato empatico con loro.

A voi #IoSonoTempesta

 
 
#DanieleLucchetti #IoSonoTempesta
#BuonaNotte#BuenasNoches#GoodNight
#Maronnaquantoètardi
#RadioConcreta #ServizioConcreto #DjAgnet

 
 

 
 

SERVIZIO

 
 

“E a fare qualcosa per gli altri fai bene alla gente e stai bene anche tu…
E allora se ognuno ballasse ogni tanto anche solo un pochino di più
E il ballo che abbiamo inventato che in fondo è uno scherzo ma in fondo vabbè …
A ballarlo davvero nel mondo ti accorgi che è il ballo più bello che c’è”

Un video musicale vivace di #LorenzoBaglioni che prova a spiegare, nel modo che gli riesce meglio, cosa è il volontariato e quindi il #SERVIZIO. Di Lorenzo potete trovare tanti altri video musicali legati all’ambito della scuola e del servizio.

Per voi il #BalloDelVolontariato

 
 

#BalloDelVolontariato #LorenzoBaglioni
#Calanoleombre#Scendelasera
#RadioConcreta#ServizioConcreto#DjAgnet

 
 

 
 

#SERVIZIO

 
 

Il Servizio si presenta e si attua in molte realtà e con molte modalità, una di queste è la vicinanza alle persone bisognose. Servire quindi si tramuta in Educare.
Educare i bambini, i ragazzi, gli adulti, gli anziani, le persone con problematiche psichiche e fisiche, coloro che sono senza fissa dimora e potrei continuare all’infinito.
Per questo vi porto come esempio un uomo che nel mio percorso scolastico mi ha lasciato un grande segno.

Lui è #JanuszKorczak (Varsavia 1878 –1942) è stato un pedagogo, scrittore e medico polacco di origine ebraica, vittima dell’Olocausto.
Ha dedicato la sua intera vita al servizio verso gli orfani, creando un nuovo metodo educativo, un metodo legato profondamente alla parola #SERVIRE.
Dedicate qualche minuto nel ricercare i suoi scritti “Il diritto del bambino al rispetto”, “Come amare il bambino” e “Il Diario del Ghetto”. In lui potrete scoprire un vero esempio di uomo dedito al servizio e all’amore del prossimo, nonché esempio unico di educatore.

Arrivati i tedeschi per deportare lui e i suoi bambini, essendo un notevole educatore e intellettuale, gli venne offerta la possibilità di non andare nel Campo di Concentramento.
Lui declinò l’invito e insieme ai suoi bambini morì nel 1942 nel Campo di sterminio di Treblinka.

“Un buon educatore, colui che non costringe ma libera, non trascina ma innalza, non comprime ma forma, non impone ma insegna, non esige ma domanda, passerà insieme ai bambini molti momenti esaltanti.”

 
 

#JanuszKorczak #EducareperServire
#BuonPomeriggio#BuonaRicerca
#RadioConcreta#ServizioConcreto#DjAgnet

 
 

L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano

 
 

#Buondì a tutti e a tutte!

 
 

Sperando che la notte sia stata serena e quieta, oggi ci dedicheremo ad una parola per me molto importante, una parola che a pochi viene spiegata ma che in molti applicano nella propria vita (…almeno spero).

La parola di oggi è #SERVIZIO

Per capire e spiegare cosa intendo per SERVIZIO, ho scelto di condividere una pagina del libro #SaperAccompagnare di #FrankOstaseski.

“Troppo spesso quando si assiste una persona con un male incurabile non siamo pronti a capire cosa serve ma cerchiamo conferme alla nostra identità. Questo atteggiamento lo chiamo “la sindrome del soccorritore”, una patologia più diffusa dell’AIDS o del cancro. Mi riferisco alle varie strategie con cui cerchiamo di prendere le distanze dalla sofferenza dell’altro. Possiamo farlo con la pietà, con la paura, con il calore professionale, perfino con i nostri gesti caritatevoli. L’identificazione con il ruolo del soccorritore ha in molti casi radici antiche nella nostra storia personale. Se non facciamo attenzione, se non restiamo vigili, può diventare una prigione sia per noi sia per quelli che serviamo. A rigor di termini, un soccorritore prevede una persona inerme. Rachel Remen, autrice di Kitchen Table Wisdom (Ed. Penguin Putnam, New York 1996) dedica al tema alcune riflessioni che io considero tra le più belle definizioni del significato di servizio. Parafrasando le sue parole, servire non è la stessa cosa che aiutare. Aiutare implica una disuguaglianza, non prevede un rapporto alla pari. Quando si aiuta, si usa la propria forza a beneficio di qualcuno che ne ha meno. E’ un rapporto dove una delle parti è in una posizione svantaggiata, e dove la disuguaglianza è palpabile. Ponendoci nell’ottica dell’aiuto possiamo inavvertitamente sottrarre all’altro più di quanto gli diamo, indebolirne il senso di dignità e l’autostima. Quando aiuto, sono chiaramente cosciente della mia forza. Ma per servire dobbiamo mettere in gioco qualcosa di più della nostra forza. Dobbiamo mettere in gioco la totalità di noi stessi, attingere all’intera gamma delle nostre esperienze. Servono anche le nostre ferite, i nostri limiti, perfino i nostri lati oscuri. La nostra interezza serve l’interezza dell’altro e l’interezza della vita. Aiutare crea un debito. L’altro sente di doverci qualcosa. Il servizio, al contrario, è reciproco. Quando aiuto provo soddisfazione; quando servo provo gratitudine. Servire è inoltre diverso dal provvedere. Quando cerco di provvedere a qualcuno, vedo nell’altro qualcosa che non va. E’ un giudizio implicito, che mi separa dall’altro e crea una distanza. Direi quindi che, fondamentalmente, aiutare, provvedere e servire sono modi di vedere la vita.”


 

#SaperAccompagnare #FrankOstaseski
#Buondì #BuonaLettura
#RadioConcreta#ServizioConcreto#DjAgnet

 
 

 

#LIBERTÀ

La libertà ti può anche essere donata, ad esempio da qualcuno o da qualcosa di inaspettato nel momento più cupo e infelice della tua vita.
In quel momento vedi e capisci che la tua vita è tua esolo tu puoi decidere di essa.
Questo è ciò che ho appreso da questo stupendo e stranissimo film che vi propongo oggi.

Film del 2016, scritto e diretto da #DanKwan e #DanielScheinert e con protagonisti #PaulDano e #DanielRadcliffe (l’amato Harry Potter⚡), vi lascerà senza fiato e con molte domande appresso.

“Hank: Because I’m just a scared, ugly, useless person.

Manny: But maybe everyone’s a little bit ugly. Maybe we’re all just dying sacks of shit, and maybe all it’ll take is one person to just be okay with that, and then the whole world will be dancing and singing and farting, and everyone will feel a little bit less alone.

Hank: Manny, you have no idea how nice that sounds”

#SwissArmyMan #DanKwan #DanielScheinert
#Buonpomeriggio#Buonagiornata
#RadioConcreta#LibertàConcreta#DjAgnet

A voi #SwissArmyMan

 
 

 
 

#Buongiorno a tutti e a tutte!

 
 

Oggi attraverseremo un sentiero assai ambiguo ma molto molto invitante.

La parola di oggi è #LIBERTÀ

La libertà è da tutti agognata e cercata, alle volte crediamo di essere liberi ma nella realtà ci troviamo legati in catene di impegni e di dogmi di comportamento che ci impediscono di scegliere o di fare ciò che veramente vogliamo.

Vi lascio questa canzone della band torinese #EugenioInViaDiGioia, una canzone al quanto critica e secondo me utile per riflettere su quanto realmente ci sentiamo e agiamo liberamente durante la nostra giornata.

#EugenioInViaDiGioia #NonAncora
#Buongiorno #BuenosDias#GoodMorning
#RadioConcreta#LibertàConcreta#DjAgnet

 

A voi #NonAncora

 
 

 
 

#ENERGIA

Ed eccoci alla fine di questa prima giornata di #RadioConcreta.
Il mio ultimo saluto, per oggi, è con questo film di #WoodyAllen, cinico ed ironico.
Il protagonista, Boris Yellnikof, è un uomo adulto ormai impassibile e cinico di fronte alla vita.
Una eccentrica ragazza però gli ricorderà che basta poco per essere felici, per ritrovare quell’energia vitale che ci fa stupire e amare ogni attimo di vita.

“La gente rende la vita peggiore di quello che dovrebbe essere e credetemi è già un incubo senza il bisogno del suo aiuto!” cit. Boris Yellnikof

Per una serata energica e sorridente, ecco a voi:
#BastaCheFunzioni

#WoodyAllen #BastaCheFunzioni
#BuonaSerata#BuonaNotte
#RadioConcreta #SegniConcreti#DjAgnet

https://youtu.be/Eijex1m2W6M

 
 
#ENERGIA

 
 Si son già fatte le 18!
La giornata sta lentamente giungendo al termine, ma ancora manca qualche ora alla fine dei nostri faticosi impegni…
Per questo vi mando questa altra carica di energia, sperando vi possa aiutare a finire la giornata!

Realizzata nel lontano 1967, questa chicca di canzone è del cantautore Nord Irlandese #VanMorrison, se avete tempo ascoltatevi tutto l’album #BlowinYourMindA voi #BrownEyedGirl
Che il suo “Sha la la la la” vi travolga!#VanMorrison #BrownEyedGirl #Shalalalalala
#RadioConcreta#SegniConcreti#DjAgnet

 
  
 
#ENERGIA 
 Mattinata stressante al lavoro? All’università? A scuola? A casa?
Qui sotto trovate 3 minuti e 2 secondi di ottima energia, fresca fresca!
#WhenIKissedTheTeacher , testo e musica dei travolgenti #ABBA , ve li condivido nella versione del film “Mamma Mia! Here we go again” (che vi consiglio per una serata leggera e spensierata ).
Non lasciatevi travolgere dallo stress e dalla velocità che spesso ci vengono richieste… lasciatevi travolgere dall’energia e dalle sorprese che la vita può darvi! 
 #ABBA #WhenIKissedTheTeacher
#RadioConcreta#SegniConcreti#DjAgnet


 #Buongiorno a tutti voi ascoltatori e fan di #RadioConcreta!
Mi presento, io sono la nuova Dj Agnet e questa settimana ho il compito di intrattenervi con musica, film, immagini e molto altro.
Essendo novellina come Dj ho pensato di incentrare la settimana nel farmi conoscere, quindi ho deciso che ogni giornata sarà dedicata ad una emozione/parola che mi descrive e che spero descriva anche molti di voi.
 
 

La parola di oggi è #ENERGIA

Per iniziare al massimo la settimana si deve partire carichi e pieni di energia!
Condivido con voi questa canzone, #NoSurrender del mitico #BruceSpringsteen, che insieme ad altre due, ormai da settimane mi accompagna e mi carica per fare tutto.
AVVERTIMENTO!
Io quando la ascolto non riesco a non ballare, vediamo se voi invece riuscite a stare fermi o a far esplodere la vostra energia nelle cose che fate!”Well we made a promise we swore we’d always remember.
No retreat, baby, No surrender”Buon lunedì mattina gente, ed energici come non mai!

 
 #NoSurrender #BruceSpringsteen #TheBoss
#Buongiorno #BuenosDias#GoodMorning
#RadioConcreta #SegniConcreti#DjAgnet

 
 

 
 

AGNESE PUCCI – #RadioConcreta – www.segniconcreti.org

 
 

Vai su ↑