logo

Condividere noi stessi tramite la musica – #RadioConcreta

di IrenSeveri

Radio Concreta è stata per me l’opportunità di dare voce a pensieri ed emozioni; fare questo attraverso la musica è decisamente il metodo che preferisco.

Aggrapparmi ad una canzone per esprimermi è quello che tento spesso di fare, è per questo che ho scelto durante l’intera settimana brani che potessero fare riferimento ad argomenti che conosco bene e sento particolarmente importanti.

Ho affrontato temi come: il viaggio – e gli effetti che può avere nel proprio essere;

l’integrazione sociale e il pregiudizio;

il dare forma alle proprie paure e l’avere la forza di affrontarle;

l’importanza dell’attaccamento ad un luogo;

il lottare per i propri ideali;

l’importanza che le persone hanno nella propria vita.

Questo sono tematiche che mi definiscono profondamente e che cerco sempre di esprimere con chi ho davanti.

In generale utilizzo Facebook a questo scopo, l’espressione delle idee che mi stanno a cuore, ma questa esperienza con Segni Concreti mi ha fatto arrivare a molte più persone.

Radio Concreta, da lunedì fino a questa mattina, mi ha dato un motivo in più per alzarmi e affrontare la giornata, mi ha dato l’opportunità di essere di compagnia al caffè del buongiorno di molte persone.

Vivo nella speranza che le canzoni che ho deciso di condividere siano state stimolanti per voi tanto quanto lo sono state per me, spero di avervi fatto conoscere nuovi artisti o almeno nuovi punti di vista legati all’interpretazione dei brani.

Se ne avete di diversi dai miei sarei molto felice di sentirli, amo il confronto.

Oggi non vi auguro una giornata piena di gioia, ma vi auguro una vita piena di gioia, piena i stimoli, piena di persone che amate e che vi amano, ricca di esperienze.

Irene
 
 
 

Domenica 28 ottobre

Buongiorno mondo!☀️
L’ultima canzone che voglio condividere con voi è Invincible, dei Muse. Questo brano è tratto dall’album Black Holes And Revelations.
Da Wikipedia “Nella relatività generale, si definisce buco nero una regione dello spaziotempo con un campo gravitazionale così intenso che nulla al suo interno può sfuggire all’esterno, nemmeno la luce.”. In relazione alle nostre emozioni quando ci troviamo in un “buco nero” significa proprio trovarsi in una condizione di incapacità di esternare tutto ciò che di negativo abbiamo assorbito fino a quel momento e che ci fa soffrire. Nella mia posizione di fisica amo sempre poter fare parallelismo tra scienza – quindi razionale – e emotività – l’irrazionale. Per quanto riguarda la materia uscente da un buco nero ci sono ipotesi scientifiche, dunque come esseri umani possiamo soltanto limitarci a studiarle e comprenderle; ma per quanto riguarda l’emozione negativa uscente da noi, dalla sensazione di stare in un “buco nero” possiamo lavorarci. Un ottimo modo è quello di avere accanto qualcuno con cui poter dire “together we’re invincible”.
Circondatevi di persone che vi facciano sentire invincibili.
Circondatevi di persone che fate sentire invincibili.
Circondatevi di persone in grado di dirvi:
“Follow through
Make your dreams come true
Don’t give up the fight
You will be alright
’cause there’s no one like you in the universe”

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#invincible #muse #buongiorno #goodday #buoenosdias #SegniConcreti #RadioConcreta
 
 

 
 
 

sabato 27 ottobre

Buongiorno mondo!☀️
Questa mattina vi lascio una gran canzone dei Modena City Ramblers: I Cento Passi.
Il brano racconta del percorso che ha portato alla morte il siciliano Peppino Impastato.
Impastato è stato una vittima dalla mafia. Muore il 9 maggio del 1978, lo stesso giorno del ritrovamento del corpo di Aldo Moro, motivo per cui al tempo la notizia passò in secondo piano.
Impastato è stato un membro di Democrazia Proletaria e si è battuto contro Cosa Nostra durante tutta la sua attività politica, la quale ha sempre manifestato anche grazie alla sua attività di giornalista e alla fondazione di Radio Aut, una radio indipendente.
Impastato viene punito per aver combattuto con ogni arma possibile, ma del resto il suo è stato solo un “[…] suicidio. Come l’anarchico Pinelli che vola dalle finestre della questura di Milano oppure come l’editore Feltrinelli che salta in aria sui tralicci dell’Enel. Tutti suicidi […]”. (I Cento Passi, 2000)
Noi oggi non abbiamo una Radio Aut per ribellarci, per lottare, ma abbiamo almeno una Radio Concreta per poter ricordare.

“La mafia è una montagna di merda”

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#icentopassi #modenacityramblers #buongiorno #goodday #buenosdias #SegniConcreti #RadioConcreta
 
 

 
 
 

venerdì 26 ottobre

Buongiorno mondo!☀️
Piazza Grande è una delle canzoni più conosciute di Lucio Dalla, ma poco conosciuta è questa versione live molto bella.
Piazza Grande è Piazza Maggiore di Bologna, un posto in cui anche io, come Dalla, mi sono sempre sentita a casa. Ogni angolo di quella piazza mi riempie il cuore di gioia e di calore.
Qualunque sia il vostro posto nel mondo che vi fa sentire così, andateci più che potete. Imparate a conoscere ogni particolare di quella piazza, di quella strada, di quella città. Fatevi riempire il cuore dal vostro posto preferito e portatevi sempre con voi la felicità che riesce a trasmettervi.

“A chi mi crede prendo amore e amore do, quanto ne ho”

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#piazzagrande #luciodalla #buongiorno #goodday #buenosdias #SegniConcreti #RadioConcreta
 
 

 
 
 

giovedì 25 ottobre

Buongiorno mondo!☀️
This must be the place, questo deve essere il posto. Lo cantano i Talking Heads nel 1982, ma io questa mattina ho scelto una cover dei The Lumineers. Questa versione musicalmente molto semplice, molto povera, trasmette le emozioni giuste.
“Home, is where I want to be”, ecco come inizia questa brano. Da più di un anno non vivo più stabilmente nella mia città natale e la condizione di voler scappare per poterci tornare spesso si manifesta prepotentemente. È un pensiero che non chiede il permesso, mi martella semplicemente in testa. E ascoltando questa canzone ho pensato che chissà quante altre persone si sentono così. Molti di noi per cercare condizioni migliori, che siano per studio o lavorative, sono quasi costretti ad andarsene dalle loro origini. Dunque, la mia idea stamattina è un po’ quella di dire a chiunque si stia sentendo così che spesso capita anche a me. Che non siete soli.
Per finire, mi auguro che ogni persona che adesso è lontana da casa, lontana dai suoi affetti, abbia trovato nel nuovo posto una condizione piacevole, una condizione in grado di fargli dire “this must be the place”.

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#thismustbetheplace #thelumineers #talkingheads #buongiorno #goodday #buenosdias #SegniConcreti #RadioConcreta
 
 

 
 
 

mercoledì 24  ottobre

“Non è vero
Che non sei capace
Che non c’è una chiave”
Questa mattina il mio “Buongiorno mondo!☀️” è questa frase. Una Chiave di Caparezza è un brano che mi ha dato forza dal primo momento in cui l’ho ascoltata. Ho deciso di condividerlo con voi nella speranza che possa essere la chiave, appunto, anche per qualcun’altro. Mi auguro che possa aiutare chiunque si senta distrutto da ciò che lo circonda e dalle rappresentazioni buie che si crea nella propria mente.
Se potessi donerei ad ognuno di voi “l’inconsistenza dello scherno degli altri”.

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#unachiave #caparezza #buongiorno #goodday #buenosdias #SegniConcreti #RadioConcreta
 
 

 
 
 

Martedì 23 ottobre

Buongiorno mondo!☀️
Il brano che vi propongo oggi è Sugar Man di Sixto Rodriguez.
Rodriguez è un musicista americano, con origini messicane, che negli anni sessanta incide i suoi unici due album Cold Fact e Coming From Reality. Album che hanno, purtroppo, riscosso un misero successo negli Stati Uniti. Ritiratosi dalle scene musicali, dieci anni più tardi Rodriguez è un mito in Sudafrica, dove la sua musica diventa simbolo per l’apartheid, grazie ai temi che lui affronta: impegno per la giustizia, per l’oppressione e per il pregiudizio sociale. L’ultimo di questi è stato proprio motivo del suo insuccesso negli Stati Uniti. Dal momento in cui Rodriguez diventa la voce degli oppressi, questi ultimi fanno di tutto per rintracciarlo e farlo venire a conoscenza di tale meraviglia. Ma la ricerca del musicista non è affatto facile, girano addirittura voci che questo si sia suicidato dandosi fuoco sul palco durante un concerto. È solo nel 1998 che, grazie ad un sito web creato da un suo grande fan, Sixto Rodriguez viene a conoscenza del mito che si è creato intorno a lui e alla sua musica in Sudafrica.
Il musicista è ancora in vita e nel 2012 è uscito il documentario Searching For Sugar Man, che parla proprio di ciò che vi ho raccontato.
Rodriguez è l’esempio di come la musica possa aiutare le persone a trovare un appoggio, un appiglio, una voce. Rodriguez è l’esempio di come il pregiudizio chiuda gli esseri umani a scoprire qualcosa di nuovo e di meraviglioso, come lo è la sua musica. Rodriguez è l’esempio che ho sempre apprezzato e osservato con ammirazione.
Sugar Man è il simbolo della sua musica. Buon ascolto!

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#sugarman #sixtorodriguez #buongiorno #goodday #buenosdias #SegniConcreti #RadioConcreta
 
 

 
 
 

Lunedì  22 ottobre

Buongiorno mondo!☀️
Iniziamo la settimana con una canzone di Alanis Morissette. Questo brano è nato dopo un viaggio della cantante in India, posto che l’ha aiutata ad osservare il mondo da un punto di vista nuovo.
La cantante si è liberata e spogliata di convinzioni e cliché che l’avevano accompagnata fino a quel momento della sua vita; questo percorso l’ha aiutata così tanto, che la cosa più importante per lei è ringraziare il suo viaggio, ringraziare il suo cambiamento, ringraziare l’India.
Penso che sia importante ringraziare chi o cosa ci ha aiutati a liberarci dalle catene.

“Thank you India
Thank you providence
Thank you disillusionment
Thank you nothingness
Thank you clarity
Thank you thank you silence”

Vi auguro una giornata piena di gioia!
#thanku #alanismorissette #buongiorno #goodday #buenosdias #SegniConcreti
 
 

 
 
 

IRENE SEVERI – #RadioConcreta – www.segniconcreti.org

Vai su ↑